proroga

Stupro in pieno centro a Salerno

Posted on Posted in News

Lo stupro di cui è stata vittima qualche giorno fa una ragazza salernitana in pieno centro cittadino è inaccettabile e lascia tutti sconcertati e attoniti. Il nostro pensiero va a lei che ha vissuto un dramma che è capace di logorarti dentro e che non ti fa sentire più al sicuro. Ciò che è successo non significa che questa non sia una città tranquilla o che la vittima in qualche modo se la sia cercata, perché ha deciso di uscire di notte da sola; e neanche deve essere puntato il dito contro gli aguzzini, sottolineando che sono stranieri. Tutto questo sta solo a significare che purtroppo viviamo in una società violenta e che non si è tutelati neanche tra le mura domestiche, che per tutti rappresentano il proprio rifugio.

C’è bisogno di fare il più possibile per contrastare la violenza e perché nessuno si arroghi il diritto di decidere per la vita altrui. Non avremmo voluto che un accadimento del genere riaccendesse i riflettori sull’Associazione Street Kali che ormai da diversi anni che si batte proprio per contrastare la violenza di genere. Il progetto che portiamo avanti è strutturato per riuscire a sensibilizzare l’opinione pubblica su questa tematica, organizzando mostre d’arte e, contemporaneamente, per far capire come sia necessario avere sempre l’attenzione alta, organizzando corsi di autodifesa. In più, crediamo che solo la cooperazione tra più realtà, come istituzioni e associazioni, possa riuscire a creare una rete a tutela delle donne vittime, o potenzialmente tali, di violenza.

Il dramma che ha vissuto questa ragazza è diventato il dramma di un’intera città. Tutti insieme a lei ci siamo sentiti violati e tutti insieme dobbiamo fare quanto più possibile per far sì che non accada nuovamente.

Sotto riportiamo l’intervista rilasciata al quotidiano locale Metropolis.

Scansione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *